Canaletto (Giovanni Antonio Canal, Venezia 1697-1768)
Veduta del Canal Grande a Venezia (Canal Grande verso Ca’ Foscari)

1735-1740 ca.

olio su tela

cm 69 × 94

Palazzo Barberini

Inv: 1037

Analogamente a Van Wittel a Roma, il Canaletto è uno dei più grandi vedutisti italiani del Settecento, attivo a Venezia (con una lunga parentesi inglese negli anni 1746-1756 circa) per un colto mercato cosmopolita fatto di collezionisti italiani e stranieri, e viaggiatori del Grand Tour specie inglesi.
Realizzate con l’aiuto della camera oscura, le sue dettagliatissime, iperrealistiche cartoline pittoriche rappresentano bene l’essenza eterna di Venezia, città unica al mondo, straordinariamente intatta nei secoli.
Il corso lungo del canale si snoda tra le quinte sceniche dei palazzi, straordinariamente ritmato dagli scafi neri e dai ferri di prua delle gondole, e diventa lo specialissimo palcoscenico della vita quotidiana della città.
Come molte delle opere di Canaletto, questa veduta del Canal Grande, verso Ca’ Foscari, faceva parte di una serie di almeno quattro tele, tutte ora appartenenti alle Gallerie Nazionali Barberini Corsini, e datate al 1735-1740 circa.